iscriviti alla newsletter dell'Autorità portuale di Genova l'Autorità portuale di Genova su Youtube l'Autorità portuale di Genova su Facebook Twitter @portodigenova Instagram portodigenova

Menu

Patrimonio immobiliare di interesse culturale

Valorizzazione del patrimonio immobiliare di interesse culturale presente nell'ambito del porto di Genova

La ricchezza del porto di Genova non risiede soltanto nell'operosità delle sue banchine ma anche nella presenza, sul suo territorio, di un patrimonio storico mobile e immobile di grande interesse culturale.

A fianco degli edifici più tradizionalmente riconosciuti quali manufatti di interesse storico artistico, come ad esempio le Stazioni Marittime del porto passeggeri, troviamo infatti, spesso sconosciuti ai più, mimetizzati all'interno di aree operative che seguono logiche necessariamente differenti da quelle della tutela e valorizzazione del patrimonio storico, esempi di edifici e strutture di archeologia industriale di notevole interesse.

Con lo scopo di riconoscere e valorizzare tale patrimonio, in linea con quanto disposto dal Decreto legislativo 42/2004 si è proceduto, tramite una Intesa con la Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Liguria, alla verifica di interesse culturale di tutti i beni immobili, ricadenti sul suolo demaniale, opera di autore non più vivente e la cui esecuzione possa esser fatta risalire a più di cinquanta anni.

Attraverso un approfondito lavoro di schedatura, con il contributo della Società Finporto, Autorità Portuale  ha provveduto al censimento di tutti i beni rispondenti alle caratteristiche di cui sopra e ricadenti sul proprio territorio;  il materiale è stato via via trasmesso alla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Liguria che ha effettuato le verifiche necessarie a stabilire l'effettivo interesse culturale degli stessi beni.

Il lavoro, durato circa tre anni, ha dato luogo a un insieme di documenti che si compongono, per ciascun bene censito, di una descrizione storica, una descrizione morfologica e da materiali descrittivi quali planimetrie e immagini d'epoca.

Il numero complessivo di beni immobili sottoposti a verifica di interesse culturale è stato pari a 45 ed il numero di quelli sottoposti a Provvedimento di Tutela da parte della Direzione Regionale è pari a 22.

Ad essi bisogna aggiungere altri 3 manufatti già precedentemente sottoposti a vincolo.


Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.